Dressage

Dressage

Il dressage è una disciplina equestre che vede ilo buinomio composto da cavallo e cavaliere impegnati nell’esecuzione di una ripresa, ossia una serie di movimenti o figure che si potrebbero definire “geometrici” su un campo di forma rettangolare di dimensioni variabili da 20×40 metri (generalmente utilizzate nelle gare di livello basso) a 20×60 per competizioni di medio-alto livello. Tutte le figure consentite sono presenti nel prontuario F.I.S.E. dedicato alla disciplina del dressage

Come per molte delle principali discipline equestri, le competizioni ufficiali di dressage vengono divise in dioverse categorie a seconda della difficoltà di esecuzione, partendo dalla E (elementare), F (facile), M (media) ed infine D o Grand Prix (difficile). Esse vengono poi ulteriormente classificate con dei numeri che aumentano con la difficoltà, per esempio F200, E210, M300 e così via.
Il livello più alto è quello della riprese Grand Prix e Grand Prix Special, eseguite anche alle olimpiadi. In esse sono richiesti movimenti particolari di esecuzione molto complicata, sia per il cavaliere che oper il cavallo, come ad esempio il piaffer e il passage.

Ogni figura eseguita è sottoposta al giudizio (con voto da 1 a 10) di una giuria (composta da 3 o più giudici) che è tenuta a valutare una serie di variabili come la corretta esecuzione, l’andatura e l’impulso del cavallo, l’assetto e l’uso degli aiuti da parte dal cavaliere.

Sempre nella disciplina del dressage rientra anche la cosiddetta Kur, o freestyle, una ripresa che il cavaliere deve ideare e creare che contenga i movimenti obbligatori della categoria, accompagnandola ad una colonna sonora (anch’essa sottoposta a valutazione). Il ritmo della musica deve seguire il più possibile il ritmo del cavallo nelle diverse andature, passo, trotto e galoppo.

 

Autore

Articoli Correlati