Sanpa, Chiara Arrighetti: “Sono gasatissima di cavalcare con San patrignano”

Sanpa, Chiara Arrighetti: “Sono gasatissima di cavalcare con San patrignano”

«Sono gasatissima. Si può dire così? – domanda sorridendo Chiara Arrighetti, amazzone trentaduenne toscana che proprio oggi ha formalizzato il suo rapporto di collaborazione con San Patrignano. Quattro i cavalli messi a sua disposizione: in primo luogo Asha di San Patrignano (7anni), figlia di Indoctro e di Weihaiwej  – su cui, spiega Chiara, «la scuderia della comunità punta molto e che probabilmente parteciperà insieme a me al prossimo Challenge Vincenzo Muccioli in programma dal 20 al 22 luglio 2012». Poi, Beijing, giovane stallone di 6 anni, da Italoc e Weihaiwej, Dagoberto (4 anni), figlio di Athletico e Teka e Utopia (10 anni), figlia di due campioni storici di San Patrignano, Nadir e Kassandra.

La Arrighetti, che svolge la sua attività nel Pistoia Equestrian Centre, è un amazzone esperta, avendo partecipato negli ultimi anni a diversi Gran Premi e Coppe delle Nazioni internazionali per i colori dell’Italia. Tra i migliori piazzamenti, la vittoria con la squadra italiana della Coppa delle Nazioni di Falsterbo, in Svezia, il terzo posto sempre in Coppa delle Nazioni allo Csio di Atene e il secondo posto a Linz in Austria. Chiara ha partecipato anche ai campionati Europei 2008 di Mannheim, in Germania. Consolidata anche la conoscenza di San Patrignano e del suo campo di gara. «Nel 1995 – racconta l’amazzone – presi parte a uno stage di perfezionamento tenuto da Franke Sloothaak, il grande campione allora portacolori del Jumping Team della comunità.

Sono venuta anche a qualche internazionale indoor e ai tre ultimi Challenge Vincenzo Muccioli, ottenendo discreti piazzamenti». Nei prossimi mesi, Arrighetti cercherà di migliorare l’affiatamento con i quattro cavalli affidatigli, partecipando ai prossimi appuntamenti della stagione agonistica. «Ripeto, sono entusiasta di questa nuova sfida – conclude congedandosi – più che previsioni spero che per me possano parlare i risultati».

Autore

Articoli Correlati