Moyersoen secondo nel Gran Premio dello Csio di Lipica

Il cavaliere azzurro Filippo Moyersoen ha conquistato in sella a Loro Piana Eclypso del Colle il secondo posto nel Gran premio dello Csio4* di Lipica in Slovenia. Moyersoen è riuscito ad avere accesso al barrage grazie al percorso netto siglato nel tracciato base e, riuscendo a replicare la prestazione agli ostacoli nel giro decisivo, ha chiuso la gara con un tempo di 41’’.50, tempo che gli ha consegnato la piazza d’onore della prestigiosa prova. La gara è andata all’amazzone austriaca Sabine Seebugerg-Schranz su Quartz (0/0; 40’’.40).

 

Non ha avuto accesso al barrage Govanni Lucchetti a causa di una penalità per il tempo nel primo percorso. Fuori dal barrage anche il giovane Simone Coata su Nikita, per un abbattimento. I due cavalieri azzurri sono comunque stati autori di due buone prove che hanno consentito loro di classificarsi rispettivamente al nono e dodicesimo posto finale.
Sempre a Lipica, Lucia Vizzini ha chiuso al secondo posto la prova riservata ai cavalli di 7 anni in sella a Chakira Z chiudendo con due netti nel tempo di 44’’.34 la prova mista. Ieri, invece, buona prova per Emauele Gaudiano (Corpo Forestale dello Stato) che in sella a Chicago ha vinto la gara riservata ai giovani cavalli con un doppio netto ed un tempo di 29’’.34. Nella prova grossa della giornata di ieri è stato sempre Gaudiano a mettersi in evidenza grazie al secondo posto conquistato in sella a Lacky (0/0; 40’’.27). Alle spalle di Guadiano ottima prova quella messa a segno da Gianluca Apolloni, che in sella a Quinten si è aggiudicato il terzo posto (0/4; 44’’.89). In barrage anche Gianni Govoni, ottavo, in sella a Carlsgraf (0/8; 55’’.69).

Quinto posto della classifica finale per la migliore degli azzurri Anna Vudafieri su Caretello nel Gran premio Young Rider dello Csio di Hagen in Germania. La giovane amazzone azzurra ha chiuso la sua gara con quattro penalità ed un tempo di 47’’.14. La gara è stata vinta dalla Germania, grazie alla prova di Denise Sulz su Quitte Cr, che ha ultimato senza errori nel tempo di 41’’.81. Bene anche gli altri azzurri impegnati in gara.
Nel Gran Premio junior il miglior binomio italiano è stato quello composto da Filippo Codecasa e Calgary, che a causa di 1 penalità (88’’.40) per avere superato il tempo massimo consentito, non ha avuto accesso al barrage e si è classificato al sesto posto.

La squadra italiana del salto ostacoli ha conquistato un buon terzo posto nella Coppa delle Nazioni dello Csio4* di Lipica, prestazione che consente all’Italia di continuare a mantenere la testa della classifica della Fei Nations’ Cup.
La rappresentativa azzurra capitanata da Michele Della Casa e composta da Filippo Moyersoen su Loro Piana Zenzero di Santa Marta (0/4), Giovanni Lucchetti su Boston (0/1), Emanuele Gaudiano (Corpo Forestale dello Stato) su Uppercut (9/0) e Gianni Govoni su Zamar Love Affair (12) ha chiuso le due manche previste dal regolamento di gara della Coppa con un totale di 14 penalità a una barriera dal primo posto della classifica.

A vincere la Coppa è stata la squadra statunitense con 10 penalità, secondo posto per il team austriaco con 13 penalità.

Nel Csi2* di Neuendorf in Svizzera il figlio d’arte Paolo Nuti in sella a Okinawa du Houssoit ha conquistato un secondo posto nella prova grossa a tempo della giornata di apertura (0; 53’’.21) e un terzo posto sempre su Okinawa nella prova mista di venerdì firmando due splendidi percorsi netti nel tempo di 35’’.14.

Nel Csi5* di Montecarlo, tappa del Global Champions Tour, il miglior piazzamento azzurro è stato ottenuto da Jonella Ligresti Bonomelli in sella a Nanta nella prova grossa del venerdì. Con un duplice percorso senza errori Ligresti, infatti, ha chiuso in quarta posizione con un tempo di 41’’.28. la prova è andata a Edwina Alexander su Socrates. Nel Gran Prix dello stesso Csi, che si è svolto ieri, Piergiorgio Bucci in sella a Da zara Varetino è stato il migliore azzurro e unico ad avere accesso alla seconda manche. Bucci ha chiuso in 17^ posizione (0/13; 71’’.65). Il Gran premio, al termine di un serrato barrage a quattro, è andato allo statunitense Richard Spooner in sella a Cristallo.

 

Fonte: Fise

 

Il sito ufficiale del Global Champions Tour

Autore

Articoli Correlati